You are currently browsing the tag archive for the ‘Pasqua’ tag.

Pasqua con padre Theodossios e il cardinal Siri.

Annunci

Gesu-e-i-discepoli-di-emmausLa morte in croce di Gesù Cristo sarebbe incomprensibile senza la resurrezione ma l’avvenimento della resurrezione si scontra con la percezione della condizione umana, di cui i discepoli di Emmaus, uno dei quali è senza nome forse perché ognuno possa dargli il proprio, sono il paradigma più efficace; d’altra parte il Dio-uomo ha rovesciato la condizione umana attraverso fatti comprensibili solo rovesciando il modo di percepire, e solo rovesciando il cuore e la mente si arriva ad una reale conversione. Qui, molto più semplicemente ma auspicabilmente con un minimo di efficacia, si propone l’inversione dell’ordine di due riflessioni, quella di S. Agostino sul Vangelo del Lunedì di Pasqua (Lc. 24, 13-35) e quella del Card. Siri, indimenticabile Arcivescovo di Genova, sulla Pasqua stessa. Sul risultato, il giudizio ai visitatori… Leggi tutto

fra-angelico-resurrezioneProcedendo nella preparazione alla liturgia della Domenica di Pasqua riproponiamo le omelie dei cardinali Biffi e Scola e, per la prima volta, il sermone di S. Alfonso Maria de’ Liguori, riportato di seguito, che nel giorno della Resurrezione si preoccupa dei recidivi.

 

SERMONE XXI. – PER LA DOMENICA DI PASQUA

Dello stato miserabile dei recidivi.

Nolite expavescere: Iesum quaeritis Nazarenum, crucifixum: surrexit, non est hic. (Marc. 16. 6.)

Spero, cristiani miei, che siccome è risorto Cristo, così anche tutti voi in questa santa Pasqua vi siate confessati e siate risorti. Leggi tutto

resurrexit-2Dai collegamenti che seguono sono disponibili la notazione gregoriana del proprio relativo alla S. Messa della Domenica di Pasqua e i files mp3 dei benedettini di S. Paolo (da Christus Rex) scaricabili in blocco oppure, di seguito, pronti per l’ascolto diretto e lo scaricamento singolo. Leggi tutto

Bellini_ResurrezioneDal link che segue è disponibile il proprio della S. Messa di Pasqua, mentre qui sotto incominciamo la preparazione al giorno più importante del calendario liturgico con la consueta trattazione di Dom Prosper Guéranger che partendo da alcuni cenni storici sul tempo di Pasqua passa alla Mistica del tempo liturgico ed alla pratica dello stesso, per poi esaminare il giorno della Resurrezione e la S. Messa.
 

TEMPO PASQUALE
 I – Cenni storici sul Tempo Pasquale
Definizione del Tempo Pasquale.
Si dà il nome di Tempo Pasquale al periodo formato dalle settimane che decorrono dalla Domenica di Pasqua al Sabato dopo la Pentecoste. Questa è certo la parte più sacra dell’anno, perché ad essa converge l’intero ciclo liturgico. Leggi tutto

Giotto: entrata a GerusalemmeCon il consueto sermone di S. Alfonso Maria de’ Liguori (già proposto nel 2007) che affronta Il “mal abito” e l’omelia che S. Ecc. Mons. Luigi Negri ha pronunciato lo scorso anno a Pennabilli, riportata di seguito, si completa l’itinerario di preparazione liturgica alla seconda Domenica di Passione, o Domenica delle palme, di cui è oggi più che mai opportuno anticipare, visti gli attacchi inauditi al Sommo Pontefice che sono arrivati addirittura a volantini osceni distribuiti nelle scuole, un pezzetto di “Christus vincit”: Exáudi, Christe. Benedicto Summo Pontífici et universáli Papæ: vita. Salvátor mundi, tu illum ádiuva. Sancte Petre, tu illum ádiuva. Sancte Páule, tu illum ádiuva. Leggi tutto

 

 

AGGIORNAMENTO PAGINE INTERNE

La Santa Messa dove e quando: pagina aggiornata al 16 maggio 2009 (riprende la celebrazione di Rapallo)

[mediatrice.net]

La famiglia Francescana dell'Immacolata, nota per lo zelo e la predilezione per la forma straordinaria del Rito Romano, cura la dimensione missionaria nella sua totalità e opera concretamente nelle situazioni più tragiche. Questo è solo un esempio; per aiutarla si può destinare il 5 per mille e si possono fare donazioni

IN EVIDENZA

Manfred Hauke:Versato Per Molti. Studio per una fedele traduzione del ‘Pro multis’ nelle parole della consacrazione, Cantagalli, 2008, pp. 112, € 13,80

La traduzione del "pro multis" poco interessa a chi vive la liturgia nella forma antica. Né interessa evidenziare come, a due anni dal documento vaticano, la nuova manifestazione di sordità di molti (forse "tutti"?). E' invece più che opportuno, di fronte all'ottimismo dilagante, che fa giungere al Paradiso tutti quanti senza richiedere il dono della fede e lo sforzo della conversione, un richiamo alla serietà della vocazione cristiana. La decisione del Santo Padre si inserisce in una linea coerente che ribadisce il coraggio per la verità in tutti gli ambiti della vita, inclusa la sacra Liturgia. Lo studio di Hauke sottolinea la fondatezza teologica di quest'atteggiamento nel caso esemplare della traduzione fedele delle parole consacratorie della Santa Messa

ARGOMENTI

DA LEGGERE

Michel Schooyans:La profezia di Paolo VI. Edizioni Cantagalli

L'enciclica Humanae vitae (1968)

A quarant'anni dalla sua pubblicazione, l'Enciclica Humanae vitae continua a provocare reazioni appassionate. Purtroppo,la maggior parte di coloro che hanno denigrato l'Humanae vitae non hanno notato che e' anzitutto la ragione a giustificare la posizione di Paolo VI. L'Enciclica conferma le conclusioni evidenti di una serie di discipline scientifiche: medicina, biologia, psicologia, economia, storia, diritto,ecc.

Archivi

Sito registrato nella lista dei

io