Il numero e la qualità delle nuove celebrazioni secondo la forma straordinaria del Rito Romano, a poco più di un anno dall’entrata in vigore del Motu proprio “Summorum Pontificum”, è incoraggiante in Italia e nel mondo: nonostante le resistenze, i timori, le sofferenze di molti parroci e vescovi (e nonostante le polemiche prevalentemente politiche di atei, agnostici e “cattolici luterani” che alla fine non fanno altro che rendere “politico” suo malgrado il Messale di paolo VI) non passa giorno senza la notizia di una nuova Messa, regolare o occasionale che sia; e non si tratta di nostalgia, come qualche detrattore sbrigativo sostiene e si augura: chi con mente sgombra da pregiudizi scopre il tesoro liturgico della Messa tradizionale difficilmente non ne è conquistato. Tuttavia vivere questa lex orandi non è materialmente facile: benché il Papa abbia ormai chiarito come non esista contrapposizione tra Vetus e Novus Ordo, resta vero che esistono due calendari liturgici e due modi comunque poco sovrapponibili di rendere Gloria a Dio: da qui la necessità di avere a disposizione gli strumenti pratici (Messale, Breviario, Graduale…) non per contrapporre ma per integrare. Di seguito, pertanto, presentiamo una rassegna di quello che tanto il mercato editoriale quanto internet mettono a disposizione a vario titolo. Leggi tutto

Annunci