Mentre a Chiavari la Chiesa degli Scolopi per la seconda Messa domenicale secondo il rito antico ha registrato il “tutto esaurito” con circa 130 fedeli presenti -in aumento del 30% rispetto alla settimana precedente – confermando la scelta di una celebrazione stabile la Domenica e le Feste di precetto), da Siena giunge la notizia riportata – con molta gioia- di seguito (i neretti sono nostri):

Domenica 28 ottobre, Cristo Re, nel pomeriggio, alle ore 17, a Siena, nell’antica chiesetta di San Francesco “all’Alberino”, su richiesta di un gruppo di fedeli di quella parrocchia e grazie alla disponibilità del parroco, sarà celebrata la Santa Messa “more antiquo”.
È la prima Santa Messa che viene celebrata a Siena dopo la promulgazione del motu proprio “Summorum Pontificum cura”.
La prima celebrazione della Santa Messa “more antiquo” a Siena, avvenne l’anno scorso, in occasione dell’anniversario dei fatti di Ungheria; la Messa fu celebrata dal Cardinale Paskai, Arcivescovo Emerito di Esztergom, nella chiesa del Carmine, poiché l’Arcivescovo di Siena rifiutò di dare il consenso per la celebrazione in cattedrale …”

Annunci