Con una settimana di ritardo, dovuta alla piacevole circostanza di un imprevisto prolungamento delle ferie, riprendono gli aggiornamenti del blog con il proprio della S. Messa del 14 settembre (Esaltazione della S.Croce nonché primo ed altrettanto piacevole giorno di vigenza del Motu proprio “Summorum Pontificum”), con l’augurio e la speranza che le messe celebrate, sia private che richieste dai fedeli, siano numerosissime.

Durante la settimana saranno resi disponibili i consueti strumenti (propri del gregoriano, presentazioni liturgiche e, se possibile, omelie) sia per l’Esaltazione della S. Croce che per la XV Domenica dopo Pentecoste (9 settembre); vista la “densità” del materiale in arrivo, che potrebbe comprendere anche altre notizie o commenti, la nuova puntata della breve storia della Messa Romana sarà pubblicata nella settimana dal 9 al 16 settembre.

Il proprio è disponibile dal collegamento che segue l’introduzione tratta dal Messale Romano Quotidiano” di Dom Gaspare Lefebvre, O. S. B., a cura dell’ Apostolato Liturgico di Genova, ed. Marietti, 1963.

La Chiesa esalta e glorifica in questo giorno la Croce con una liturgia austera e contenuta, priva di sentimentalismi e pervasa di speranza e di gioia; il legno infamante è assurto a emblema glorioso dell’amore redentore.

Il 14 settembre 335, dopo la testimonianza della pellegrina Egeria nel suo famoso viaggio a Gerusalemme, furono consacrate, alla presenza stessa di S. Elena, le due basiliche fatte costruire da Costantino per commemorare la passione e la resurrezione del Signore rispettivamente sul luogo del Calvario e del S. Sepolcro. Non è escluso quindi che quest’ultima abbia avuto una parte assai importante nella scoperta della Croce, il cui ricordo ha dato origine a questa festa.

La Chiesa però oggi commemora anche il ritorno trionfante della santa Croce a Gerusalemme nel 630, dopo la vittoria dell’imperatore Eraclio sui razziatori persiani.

Verso la metà del IV secolo il culto della santa Croce era ben affermato a Gerusalemme e nei luoghi in cui erano stati disseminati frammenti del sacro legno. Roma si gloria di possedere il frammento, più rilevante nella basilica di Santa Croce in Gerusalemme, costruita da Costantino sull’area del palazzo materno.

L’ Esaltazione della santa Croce è una festa del Signore.

Vai al Proprio della S. Messa di Venerdì 14 settembre (Esaltazione della S. Croce)

Annunci