Mentre continuano i pronunciamenti di alcuni contro la possibilità di celebrare la S. Messa tradizionale a causa della presunta “discontinuità” introdotta dal Concilio Vaticano II e del rischio di introdurre divisioni (tutto ciò negato dal Sommo Pontefice), e mentre altri si ingegnano a fare in modo di non applicare la volontà del Papa “interpretando” le sue chiarissime disposizioni, l’Agenzia fides ha pubblicato un interessante dossier sul Motu proprio “Summorum Pontificum”, disponibile da questo collegamento, a cura di Nicola Bux (nella fotografia) e Salvatore Vitiello.

La lettura è raccomandabile a tutti, in primis a quanti si affannano a trovare tutti i mezzi per vanificare le prescrizioni papali.

Annunci