Di seguito è riportata la traduzione dell’articolo di Brian Mershon, dal “Remnant”. Non dice niente di nuovo ma riassume “lo stato dell’arte” circa l’atteso motu proprio e fornisce qualche interessante interpretazione.

Tre Cardinali e un Arcivescovo forniscono indizi sul contenuto

Tre cardinali della curia e un arcivescovo, ad oggi, sono intervenuti pubblicamente sui dettagli dell’atteso motu proprio di Papa Benedetto XVI che, secondo resoconti, attenuerebbe le restrizioni al rito Romano tradizionale della Santa Messa.

Il Cardinal Darío Castrillón Hoyos, presidente della Pontificia Commissione Ecclesia Dei (PCED), nel discorso del 16 maggio ai vescovi latino americani nella loro quinta conferenza generale ad Aparecida, in Brasile, ha confermato che “ Il Santo Padre intende estendere all’intera Chiesa Latina la possibilità di celebrare la Santa Messa e i Sacramenti secondo i libri liturgici promulgati da Giovanni XXIII nel 1962”. Leggi tutto

Annunci