Pietro De Marco è l’autore dell’articolo visualizzabile dal link al termine di questa introduzione. Professore associato presso la facoltà di Scienze della Formazione di Firenze (settore disciplinare Sociologia generale), Filosofo di formazione, si è occupato in un primo periodo di storia del campo intellettuale europeo (rinascimentale e otto-novecentesco) e del pensiero religioso ebraico-cristiano e islamico. Ha condotto studi di storia della chiesa e della teologia presso l’Istituto di Scienze Religiose di Bologna. E’ stato redattore dell’Enciclopedia delle Religioni (Vallecchi) dal 1969 al 1974 e, all’incirca nello stesso periodo, collaboratore della cattedra di Storia della Chiesa presso la Facoltà di Lettere di Firenze (prof. Michele Ranchetti). Si è dedicato poi alle scienze sociali, come orizzonte e come metodo, sul duplice versante della teoria sociologica e della sociologia della religione. L’ambito di lavoro prevalente negli ultimi venti anni è costituito dall’opera di Max Weber (genesi di Economia e società, problemi testuali e esegetici) e dal relativo contesto scientifico tedesco (scienze giuridiche ed economiche, filosofiche e storico-religiose). Dal ceppo weberiano derivano le ricerche storico-tipologiche sulla dimensione potestativa nelle (e delle) istituzioni religiose e sulle figure ‘teocratiche’. Si è occupato anche dell’apporto dell”antropologia filosofica’ (Scheler-Gehlen) alla teoria sociologica, e ha proposto una estensione della teoria dei modelli assiologico-materiali alle oggettivazioni sociali. E’ titolare degli insegnamenti socio-religiosi presso la Facoltà di Scienze della Formazione e la Facoltà Teologica dell’Italia Centrale/Istituto Superiore di Scienze Religiose (Firenze).

Leggi l’articolo di Pietro De Marco

     

Annunci