Card. Tarcisio BertoneIn un’intervista riportata sul supplemento di “Le Figaro”, S. E. il Cardinal Tarcisio Bertone, Segretario di Stato Vaticano, parla di liturgia, Concilio Vaticano II, abusi liturgici e del sempre più atteso motu proprio del Pontefice sulla S. Messa “tridentina”.

Di seguito è riportato uno stralcio, visibile in originale dal collegamento a Le Forum Catholique.

Le Figaro:I’allora Cardinale Ratzinger, oggi Papa Benedetto XVI, ha spesso condannato le interpretazioni giudicate abusive della liturgia.

Cardinale Bertone: L’applicazione dei grandi orientamenti del concilio ha purtroppo potuto conoscere traduzioni più o meno erronee che conducono ad impoverimenti notevoli.
I frutti della riforma liturgica del concilio non sono meno importanti a causa di ciò.

È vero che questi abusi devono essere combattuti, poiché una parte considerevole del popolo cristiano ha potuto allontanarsi della Chiesa a causa di queste interpretazioni sbagliate. Gli errori non sono nei testi del concilio, ma nei comportamenti di chi ha preteso di interpretare a modo suo la riforma liturgica del Vaticano II.

Le Figaro: E’ sempre previsto un decreto che allarga la possibilità di celebrare la messa in latino secondo il rito precedente al Concilio vaticano II (la messa detta San di Pio V) ?

Cardinale Bertone: Il valore della riforma liturgica conciliare è intatto. Ma tanto per non perdere il grande patrimonio liturgico dato da San Pio V quanto per accedere al desiderio dei fedeli che vogliono assistere alla Messa secondo questo rito, utilizzando il messale pubblicato nel 1962 dal papa Giovanni XXIII, con il suo calendario proprio, non vi sono ragioni valide per non dare ai sacerdoti del mondo intero il diritto di celebrare secondo questa forma. L’autorizzazione del sovranoPontefice lascerebbe ovviamente tutta la sua validità al rito di Paolo VI. La pubblicazione del motu proprio che precisa quest’autorizzazione avrà luogo, ma sarà il papa stesso che spiegherà le sue motivazioni ed il quadro della sua decisione. Il Santo Padre darà personalmente la sua visione

Annunci